B&B Bouganvillea 

sp. 34 Calabernardo , 96017 Noto Calabernardo (Siracusa, Sicilia)   Tipologia: B&B    Pagina visitata 3319 volte dal 06.05.2009

Tipo di Vacanza:

 Animali domestici e piccoli animali non sono (cane, gatto, etc.) ammessi.
 L'albergo è situato vicino al mare.
 L'albergo è situato nelle vicinanze delle arti, musei e monumenti.

A partire da: 27 €

Posizione:

Recensioni: B&B Bouganvillea

In attesa di recensioni su B&B Bouganvillea! Conosci B&B Bouganvillea? Condividi la tua esperienza!

Struttura: B&B Bouganvillea

Una villa in stile mediterraneo, immersa tra alberi di
pini, limoni, arance e piante di bouganville.
Confortevole in tutte le stagioni, potete alternare ai
momenti di quiete all'ombra, interessanti escursioni,
un bagno nelle vicine spiagge dorate o in piscina, una
partita a carte. I vicini centri abitati di Noto e Avola
offrono ottimi ristoranti dalla cucina tipica locale.

    Alloggi:

    In camera: Tv satellitare, Ventola, Bagno privato, Riscaldamento.
    Inoltre: Piscina, Parcheggio, spiaggia a 2 km
    Pagamenti tramite: Contante, Bancomat, Visa, Visaelectron, Mastercard
    Servizi: Cucina con grill, lavabiancheria

      Servizi:

      Parcheggio, colazione,piscina,cucina,convenzion icon ristoranti e pizzerie

        Zona:

        Noto In una regione in cui abbondano olivi e mandorli, Noto è un piccolo gioiello barocco arroccato su un altopiano che domina la valle dell'Asinaro, coperta di agrumi. La sua bellezza, così armoniosa da sembrare una finzione, la scena di un teatro, nasce da un fatto tragico: il terremoto del che in questa parte di Sicilia portò distruzione morte, ma diede impulso alla ricostruzione. Prima di allora la città sorgeva a 10 km di distanza. Di origini assai antiche, Noto diede i natali a Ducezio, che nel V sec. a.C. fece tremare i Greci per aver fatto insorgere contro di loro i Siculi. Il terremoto del 1693 distrugge completamente la città. Per la ricostruzione viene scelto un luogo meno impervio e più vasto, che permetta la realizzazione di un impianto semplice, lineare, con intersezioni ad angolo retto e strade parallele ed ampli come vuole il nuovo gusto barocco. Tre le strade principali che corrono da est a ovest perchè il sole le illumini sempre. Tre i ceti sociali che vi si stabiliscono: la prima, Più alta, viene destinata alla nobiltà, la centrale al clero (l'unica eccezione è il palazzo secolare dei Landolina), l'ultima al popolo ... (continua)



        Vendicari Questa riserva istituita nel ma di fatto fruibile dal è una stretta fascia costiera acquitrinosa che si estende per 574 ettari e la cui principale finalità è la protezione dell'avifauna migratoria e della vegetazione psammofila (amante della sabbia) e mediterranea. La presenza dei vasti pantani dall'elevata salinità hac ontribuito alla creazione di un ecosistema quanto mai singolare, che è punto di riferimento per gli uccelli di passo che qui sostano numerosi continua)



        Palazzolo Acreide Città nuova, nata dall'antica Akrai (fondata nel 664 a.C.), Palazzolo occupa, nel cuore dei Monti lblei, un altopiano che domina le gole dell'alta valle dell'Anapo.L'ANTICA AKRAI Zona a sud-ovest dell'abitato. Sulla cima della collina dove si trovava l'acropoli, si può vedere un piccolo teatro greco, in pietra bianca, che ha conservato la pavimentazione dell'orchestra risalente all'epoca romana. Sulla destra si trova un bouleuterion, sala riunioni a gradoni, collegata al teatro attraverso uno stretto cunicolo che sbocca direttamente nella cavea Avvicinandosi al cancello che chiude gli scavi da questo lato si può vedere un tratto dell'antica plateia (strada principale che correva da est a ovest), pavimentata a grandi lastre laviche ... (continua)



        Siracusa La provincia di Siracusa è situata nell'angolo più meridionale d'Italia, in quella regione geografico-amministrativa che nel periodo arabo veniva chiamata Val di Noto. Con i suoi 2108 kmq comprende 21 comuni ed è per estensione una delle più piccole della Sicilia, ma ha una densità abitativa (192 abitanti per kmq) tra le maggiori dell'isola ed una popolazione complessiva di persone continua)



        Potopalo di Capo Passero con i suoi circa abitancti rientra nella provincia siracusana.
        E' diventata un comune indipendente dal 1975 visto che in precedenza era
        frazione della citta' di Pachino. La citta' comincio' a svilupparsi agli inizi del XIX secolo ed ha anche una sua importanza storica visto che essa fu il luogo di sbarco delle truppe anglo-americane avvenuto il dieci luglio 1943.
        Le attivita' economiche principali riguardano la pesca e l'agricoltura, ma anche il turismo ha qui la sua importanza visto che Portopalo ha molto da offrire dal punto di vista culturale e naturalistico a quanti sono interessati ad una visita della zona continua)

        •  Mare

        Prezzi e Tariffe:

        Prezzi a persona per notte da 27 € a 40