B&B Il Girasole 

Borg. Moliera 3, 10060 Perrero Moliera (Torino, Piemonte)   Tipologia: B&B    Pagina visitata 4836 volte dal 06.05.2009

Camera per disabiliCucina per la colazioneCamera arancioneTerrazzo

Tipo di Vacanza:

 Animali domestici e piccoli animali non sono (cane, gatto, etc.) ammessi.
 L'albergo è situato nelle vicinanze delle piste da sci e località sci.
 L'albergo è situato nelle vicinanze di montagne e colline.
 L'albergo è situato nelle vicinanze di laghi.

A partire da: 25 €

Posizione:

Recensioni: B&B Il Girasole

In attesa di recensioni su B&B Il Girasole! Conosci B&B Il Girasole? Condividi la tua esperienza!

Struttura: B&B Il Girasole

Casa di recente ristrutturazione, con arredamento semplice e lineare. Situata in una piccola borgata nel cuore della Val Germanasca, circondata da boschi, adatta per chi ama trascorrere qualche giorno in tranquillità.
Ideale per gli amanti della pesca e la raccolta di funghi o per chi preferisce fare escursioni a piedi o in mountain bike.
Inoltre, per gli appassionati dello sci, nelle vicinanze rinomate località, quali: Prali (15 min), Pragelato (35 min) e Sestriere (45 min).

  •  Turismo rurale
  •  Famiglie benvenuti
  •  Posizione panoramica

Alloggi:

La struttura offre tre camere con servizi privati, di cui una per disabili, sala TV, lavanderia, parcheggio privato e giardino.

  •  Riscaldamento
  •  Bagno privato
  •  Accesso disabili
  •  Camera vista montagna
  •  Spazio comune per ospiti
  •  Rientro libero
  •  Balcone
  •  Giardino
  •  Parcheggio
  •  Terrazza

Servizi:

La prima colazione viene servita nella cucina-soggiorno, a base di prodotti tipici dolci e salati, nei mesi estivi può essere gustata
all' esterno sul terrazzo da cui si gode un ampio panorama.

  •  Colazione inclusa
  •  Escursioni
  •  Lavanderia

Zona:

Il fascino della Val Germanasca è il fascino un po' selvaggio delle sue montagne, dei suoi paesi di case antiche dove si conservano ancora vive le tradizioni.
È una valle stretta e tortuosa, coltivata a terrazze nel primo tratto (Vino Ramìe D.O.C), diventa presto aspra e scoscesa e solo ogni tanto si allarga in baci verdi e pianeggianti. È percorsa da una strada sinuosa che parte da Perosa Argentina e termina oltre Ghigo di Prali, seguendo il corso del torrente Germanasca, il quale, in alcuni periodi dell' anno costituisce punto di incontro per molti appassionati del kayak.
È il posto ideale per chi ama veramente la montagna, per chi vuole raccogliere erbe e funghi, per chi si interessa di minerali o per chi vuole anche solo fare due passi nella natura esistono percorsi di varia difficoltà.
Superato l' abitato di Perrero la strada si biforca in due direzioni. Un ramo va in direzione di Massello, dal quale si può partire per una camminata verso Balsiglia, e proseguendo nel vallone del Ghinivert verso la cascata del Pis.
L' altro ramo prosegue nella valle in direzione di Prali, dove, arrivando a Ghigo, si può prendere la seggiovia per iniziare una passeggiata sull'Altopiano dei Tredici Laghi. Dopo circa un' ora si raggiunge la meta dove numerosi avvallamenti ospitano i laghetti che danno il nome all'Altopiano.
Una bella escursione in auto, tra larici e betulle, è alla Conca di Cialancia, dove si può vedere prima il lago del Lausoun, e, proseguendo a piedi, si arriva a Porta Cialancia , dalla quale si gode uno stupendo panorama.
Per gli amanti degli sport invernali a Prali ci sono impianti di risalita per lo sci alpino e oltre 22 Km di piste per lo sci nordico. Vi sono anche due piste di pattinaggio, una a Prali e una a Salza di Pinerolo.
La Val Germanasca unitamente alle Valli Chisone e Pellice costituiscono le Valli Valdesi. A portare alla ribalta le tre Valli furono le dure battaglie condotte dalla popolazione Valdese per affermare la loro autonomia e la loro libertà di culto. È in questi luoghi che alcuni seguaci di Pietro Valdo si rifugiarono per sfuggire alle persecuzioni bandite da Innocenzo III all' inizio del XII secolo. Amedeo II di Savoia concesse loro la possibilità di emigrare in Svizzera. Fu infine un editto del 17 febbraio sancito da Carlo Alberto, che riconobbe definitivamente la Chiesa Valdese. La notizia arrivò nelle valli tramite l'accensione di falò che diedero il segnale da una borgata all' altra. Per questo motivo ancora oggi la sera del 16 febbraio vengono accesi falò, e il 17 si svolgono cortei e culti.
I segni della tradizione della cultura valdese sono rimasti radicati nella popolazione e sono presenti nei piccoli musei sparsi nei tanti paesi delle vallate, nei costumi tradizionali e nella lingua, l' occitano parlato nella vita di tutti i giorni.

Ecco alcuni musei della Val Germanasca e dei dintorni:
- Scopriminiera: 2/3 ore di visita guidata alla scoperta della miniera di talco più grande d' Europa. Con un trenino ci si inoltra nel cuore della montagna alla scoperta della realtà mineraria vissuta in questa valle.
- Museo storico Valdese della Balsiglia: 1 ora circa di visita per affrontare il tema dei valdesi.
- Museo Valdese di Prali e Val Germanasca: 1 ora di visita sulla storia e la cultura di Prali e della Valle.
- Museo di Rodoretto: 1 ora di visita alla scoperta della vita e della cultura montanara.
- Museo di Pomaretto: museo costituito da riproduzioni in scala di antichi mestieri e vita quotidiana.
- Salza di Pinerolo: si possono ammirare numerosi murales dedicati alle canzoni di cantautori italiani.
- Mulino Fassi, Perrero: un antico mulino dove un tempo si macinavano cereali e frumento.
- Musei dei rifugi antiaerei, a Perosa Argentina e Villar Perosa: 1 ora per ogni sito di visita guidata per gruppi a rifugi antiaerei della Seconda Guerra mondiale. È anche possibile visitare una mostra sulla Resistenza.
- Museo Valdese di Pramollo: piccolo museo che affronta il tema dell' istruzione nelle Valli Valdesi.
- Museo Valdese e museo dello sci, San Germano Chisone: museo che riguarda il lavoro e la condizione femminile in valle; un piccolo museo sulla storia dello sci nelle valli.
- Forte di Fenestrelle: visite di varia durata (da 1 ora a 8 ore) ad una antica fortezza militare composta da tre complessi fortificati uniti da numerosi gradini e una lunghezza totale di quasi 3 Km, chiamata la grande muraglia piemontese.
- Museo della Meccanica e del Cuscinetto, Villar Perosa: all' interno dell' ex stabilimento RIV un'esposizione di materiale meccanico e documentario.
In oltre la famosa Cavalleria di Pinerolo con il suo museo.

  •  Montagna
  •  Paesaggio

Prezzi e Tariffe:

Prezzi a persona per notte da 25 € a 30
Prezzi doppia camera per notte da 50 € a 50

Promozione:

Eventuale letto aggiunto per bambini al di sotto dei 12 anni di età 10?.