Agriturismo Relais Tenuta del Gallo 

Strada Ortacci 38, 05022 Amelia Macchie (Terni, Umbria)   Tipologia: Agriturismo    Pagina visitata 3731 volte dal 23.11.2009

Tipo di Vacanza:

 Animali domestici e piccoli animali non sono (cane, gatto, etc.) ammessi.
 L'albergo è situato nelle vicinanze delle arti, musei e monumenti.
 L'albergo è situato nelle vicinanze della natura, flora, fauna e della campagna.

A partire da: 0 €

Posizione:

Recensioni: Agriturismo Relais Tenuta del Gallo

In attesa di recensioni su Agriturismo Relais Tenuta del Gallo! Conosci Agriturismo Relais Tenuta del Gallo? Condividi la tua esperienza!

Struttura: Agriturismo Relais Tenuta del Gallo

Benvenuti al Relais Tenuta del Gallo, dimora di charme situata all'interno di un'azienda agricola di oltre venti ettari nei pressi dell'antica cittadina di Amelia, al confine tra Lazio, Umbria e Toscana.

Destinazione privilegiata ed unica per vivere una vacanza raffinata, sperimentando i piaceri di un tranquillo soggiorno in campagna.

Immerso in una natura di bellezza incontaminata, circondato da monti e da boschi lussureggianti, l'elegante maniero è adagiato su una collina da cui domina prati, campi, ulivi, alberi da frutta e querce.

Lo sguardo si perde oltre l'antica chiesetta e la torre colombaia medievale, che completano la tenuta, per aprirsi in lontananza sul duomo di Amelia.

I proprietari vi accoglieranno con un'ospitalità semplice e raffinata.

    Alloggi:

    complesso ricettivo, sapientemente ristrutturato, si estende su una superficie di circa 1000 metri quadri e consta di un casale principale in pietra, costruito con l'antica tecnica amerina del '600, nel quale si trovano gli ambienti comuni e la maggior parte delle camere, e di un casale più piccolo.

    Ogni ambiente rappresenta la suggestiva espressione dell'eleganza e della cura del dettaglio: arredi ricercati, mobili antichi, complementi d'antiquariato, tessuti pregiati, suggestivi soffitti decorati, il grande camino bifronte del salone, antiche porte con gli originali serramenti, pavimenti in cotto.

    Ampi e raffinati spazi comuni caratterizzano l'esclusività della residenza: la sala ristorante, le verande, la biblioteca con accesso internet Wi- Fi, il salone, il bar e la cantina dei vini con vani costituiti da antichi coppi per ospitare le bottiglie.

    L'esterno offre un giardino all'italiana molto curato con aiuole profumate, un boschetto di lecci e di castagni, un laghetto ombroso, il tutto per rendere il vostro soggiorno sereno ed esclusivo.

    Il ristorante è costituito da un grande ambiente e da due logge esterne, rivolte rispettivamente a est e a sud, per il godimento dell'aria fresca dell'estate e del tepore del sole nelle stagioni meno miti.

    Dalla splendida piscina a sfioro è possibile godere di un magico panorama sulla vallata, che scivola dolcemente dagli alberi di ulivo ai campi, per poi risalire lungo i cipressi e perdersi oltre la torretta
    Le 6 camere matrimoniali, oltre alla suite dependance, alla junior suite ed alla superior suite, per complessivi 24 posti letto, sono espressione di comfort e raffinatezza in ogni particolare e sono tutte dotate di vasca Jacuzzi, Tv satellitare, cd e lettore DVD (su richiesta), telefono, mini bar, aria condizionata e cassaforte.

    Ogni camera è diversa dall'altra ed è arredata elegantemente con mobili d'epoca, dipinti antichi, letti a baldacchino, tessuti preziosi.

    Le suites dispongono di terrazzi, le camere situate nella torre di balconi con logge, quelle nel casaletto di patii privati.

      Servizi:

      Il Relais La Tenuta del Gallo mette a disposizione dei propri ospiti servizi di altissimo livello e la possibilità di praticare attività ricreative significative:


      piscina a sfioro con postazioni idromassaggio che si affaccia sulla vallata (aperta dal 30 aprile al 30 settembre)
      attrezzi ginnici e biciclette
      nelle vicinanze maneggio, polo e rafting
      corsi di cucina, di composizione floreale e di giardinaggio
      serate musicali
      degustazioni eno-gastronomiche
      telescopio per contemplare gli astri
      partecipazione alle varie attività dell'azienda agricola: raccolta delle olive, trasformazione dei prodotti agricoli
      collegamenti esterni con l'altra parte della proprietà sita a Penna in Teverina, a 20 minuti d'auto, dove è possibile visitare il museo privato dell'arte contadina, degustare prodotti tipici nel vecchio forno del paese, accuratamente ristrutturato, partecipare a corsi di preparazione della pizza
      su prenotazione, visite guidate nelle più belle ed importanti località di Umbria, Lazio e Toscana. Il ricevimento sarà sempre pronto a suggerire itinerari di visita alle più belle cittadine ed alle più importanti attrattive dell'Umbria

        Zona:

        E' la cittadina più antica dell'Umbria, fondata dagli Umbri nel XII secolo a.c.
        L'antico borgo è protetto da mura megalitiche poligonali, formate da grandi blocchi tenuti insieme senza malta cementizia, la cui paternità viene attribuita dalla leggenda popolare ai Ciclopi.

        Amelia fu importante e florido municipio dei Romani, con il nome di Ameria. Di quel passato rimangono molte testimonianze, alcune parzialmente serbate in alcuni antichi palazzi, come il Palazzo Venturelli (link), altre ancora intatte: la Porta Romana, le cisterne romane, la statua del Germanico conservata nel museo archeologico.

        Amelia è anche ricca di monumenti e opere d'arte medievali e rinascimentali: la Torre Civica con pianta dodecagonale risalente al 1050 d.c., simbolo delle libertà comunali; gli antichi palazzi nobiliari affrescati come Palazzo Petrignani, Palazzo Cansacchi, Palazzo Farrattini (copia in scala ridotta del Palazzo Farnese di Roma) e Palazzo Venturelli; le chiese di San Francesco e Sant'Agostino e San Magno; la Cattedrale.

        Non si può dimenticare, infine, il teatro di Amelia che, costruito nel rappresenta il modello in piccolo del teatro la Fenice di Venezia.

        Da non perdere le feste tradizionali medievali, come il Palio dei Colombi e la Rievocazione storica degli Statuti Amerini, che ci riportano al Medioevo.

        Macchie
        Borgo dell'amerino conosciuto in antichi documenti con il nome di 'Castrum Machiae', deve il proprio nome ai rigogliosi boschi di macchia mediterranea che lo circondano.

        Dell'antico castello rimangono tratti di mura, un torrione e la porta d'ingresso.
        La leggenda narra che Federico Barbarossa, costretto ad arrestare la propria marcia verso Roma, flagellata dalla peste, si fermò a Macchie, rapito dalle bellezze naturali del paesaggio.

        Lugnano in Teverina
        Da non perdere la Collegiata di Santa Maria Assunta del XII sec, considerata una delle più belle chiese romaniche dell'Umbria.

        Narni
        Come Amelia, città umbra, romana, medievale, rinascimentale. Da visitare la Rocca dell'Albornoz il ponte di Augusto, l'acquedotto della Formina, la piazza dei Priori, il medioevale Palazzo Comunale (ove si trova la Pala del Ghirlandaio), la Loggia dei Priori, il Duomo, la chiesa medioevale di Santa Maria Impensole, la Narni sotterranea dove, sotto l'ex chiesa di San Domenico, si trova una chiesa rupestre e l'antico Tribunale dell'Inquisizione.

        Orvieto
        Antica città etrusca, conosciuta con il nome di Velzna, fu importante centro in epoca romana, medievale e rinascimentale ed importante centro dello Stato Pontificio. Da visitare: le necropoli del Crocifisso del Tufo e di Cannicella, lo splendido Duomo di epoca romanico-gotica con gli affreschi del Signorelli, il Pozzo di San Patrizio ed il Pozzo della Cava, il Palazzo del Capitano del Popolo, il Palazzo dei Sette e la Torre del Moro, il Palazzo Soliano dei Papi, oltre alle innumerevoli chiese, quali la chiesa di Sant'Andrea, di San Giovenale, di San Lorenzo in Arari, di San Domenico e San Francesco, oltre che l'abbazia benedettina Badia dei SS. Severo e Martirio.