» B&B » Lazio » Viterbo » Tuscania

B&B Il Sambuco 

Recensioni: B&B Il Sambuco

In attesa di recensioni su B&B Il Sambuco! Conosci B&B Il Sambuco? Condividi la tua esperienza!

Posizione:

Struttura: B&B Il Sambuco

Il B&B Il Sambuco si trova nel centro storico di Tuscania, un piccolo comune in provincia di Viterbo, prezioso scrigno di arte e cultura antica, che riesce a sorprendere il visitatore, per la sua bellezza architettonica e il paesaggio circostante.
La cura dei particolari, il design ricercato e funzionale di questa struttura, frutto di creatività artistica, insieme alla cordialità e disponibilità dei gestori, permettono agli ospiti di trascorrere momenti magici ed irripetibili, anche nel piccolo e grazioso giardino.

    Alloggi:

    Il Bed & Breakfast Il Sambuco, è una struttura raffinata e molto confortevole e allo stesso tempo un luogo appartato e silenzioso, dove arte e cultura si fondono, creando atmosfere suggestive. Il B&B Il Sambuco è disposto su due livelli: il piano terra ha un angolo cottura scaldavivande, un frigo, un divano letto, la tv satellitare e WiFi gratuito. Il piano soppalcato dispone di una camera matrimoniale o uso singolo con bagno interno. E' inclusa la prima colazione che può essere effettuata in estate anche nel grazioso giardino.

      Servizi:

      nella struttura è inclusa la prima colazione che si può fare anche nel grazioso giardino situato nel centro storico

        Zona:

        La storia del popolamento di Tuscania ha inizio dalla fase finale del Bronzo. Il corso del fiume Marta e dei suoi affluenti sono il polo di attrazione dei primi stanziamenti arcaici nella zona, che si insediano sui rilievi naturali formati dall'erosione delle acque.
        A partire dal VII sec. a.C., bene individuati dalle rispettive necropoli, si definiscono sette insediamenti, collocati sulle alture che si snodano a sud e a nord dell'attuale colle di S. Pietro , considerato il fulcro del territorio ed il riferimento religioso-commerciale del complesso abitativo immediatamente adiacenti e di un più vasto territorio che fa corona in un raggio di almeno dieci chilometri.
        A differenza di quasi tutti i centri arcaici etruschi, in Tuscania l'aggregazione dei villaggi in un'unico centro si verifica molto lentamente, fino a stabilizzarsi dalla seconda metà del IV Sec. a.C.. Evidentemente l'intreccio dei traffici economici, che fanno capo a questo nodo viario, introduce forme e spinte culturali che, almeno a periodi alterni, promuovono l'influenza di una cultura sulle altre, rallentando l'unità fisico-politica del Centro.
        Nella prima fase arcaica, Tuscania fa certamente parte del territorio di Tarquinia , la cui influenza culturale si evidenzia nell'uso frequente e massiccio delle tombe ogivali con fenditura superiore o a camera assiali, con columen rappresentato in negativo.
        L'uso contemporaneo di tombe a dado e semidado inserisce Tuscania nella cosidetta cultura delle tombe rupestri di prima fase arcaica (Blera, San Giuliano, San Giovenale), ritenuta anche questa di chiara ispirazione ceretana, come quella più evidente nei tumuli a tamburo circolare della necropoli di Ara del Tufo.
        Non mancano segni di altre culture, quali la Vulcente,Vulsiniese,la Chiusina e la Greca,testimoniata da notevoli reperti ceramici d'importazione, come l'oinochoe cumano ritrovato in una tomba nella necropoli delle Scalette, del quale esistono solamente cinque esempi in Italia di cui solo tre in Etruria.
        Il paese si trova a 15 km dal lago di Bolsena; 30km dalle cittadine marine di Tarquinia e Montalto di Castro; 20 Km da Viterbo e le zone termali e avendo una posizione centrale, dista 90 Km da Roma.

          Tipo di Vacanza:

           Animali domestici e piccoli animali non sono (cane, gatto, etc.) ammessi.
           L'albergo è situato nelle vicinanze delle arti, musei e monumenti.
           L'albergo è situato nelle vicinanze della natura, flora, fauna e della campagna.